Pubblicato da: Sadugo | 11 aprile 2010

FATTI FORZA VINCENT FREEMAN

Vincent Freeman aveva letto con stupore le dichiarazioni del ministro Roberto Maroni che in un intervista alla radio aveva dichiarato di essere a favore della condivisione di film e musica sulla rete. In parole povere, anche perchè Maroni non ne ha di altre, il ministro affermava di scaricare illegalmente musica e film.
E ora? Pensò Vincent Freeman, che si fa? Non posso pensarla come lui, non è proprio possibile. Lui è uno che sostiene che i rumeni hanno il gene dello stupro, che i bambini stranieri rovinano la cultura Italiana, è uno che sostiene che la società occidentale fondata sul cattolicesimo deve primeggiare sulle altre culture. E’ uno, che, senza il minimo problema, ha avuto il coraggio di dire a una coppia di olandesi che ha subito uno stupro nei pressi di Roma, che la colpa era loro perchè dovevano alloggiare in un posto più sicuro.
Insomma, un coglione, un idiota, un deficiente, un demente, o meglio, un ministro del governo italiano.
Dopo che aveva letto la notizia Vincent Freeman si era chiuso in camera e seduto in terra al buio con la testa stretta tra le ginocchia era rimasto tutto il giorno in silenzio a tremare.
Poi aveva pensato di parlarne con qualcuno, ma con chi? Chi lo avrebbe capito? Anzi, forse lo avrebbero giudicato, magari qualcuno avrebbe perfino pensato che la colpa era un po’ anche sua. No, non era il caso, non poteva dirlo a nessuno.
Poi, era arrivato il senso di colpa, si sentiva sporco, inaccettabile, cattivo, leghista.
Ma soprattutto aveva paura che sarebbe potuto capitare nuovamente, avere un pensiero in comune con Maroni, o peggio ancora, poteva capitargli di trovarsi d’accordo con Borghezio o Calderoli.
Cristo santo.
Era nel panico.
Dopo tre giorni decise di alzarsi dal pavimento. La barba incolta, gli occhi stanchi, i vestiti sdruciti. Aveva un aspetto pessimo.
S’infilò sotto la doccia dove vi rimase per delle ore piangendo, poi, mentre l’acqua gli scorreva addosso togliendogli la sensazione di sporco e inadeguatezza decise di riprendere la propria vita sapendo che niente sarebbe stato più come prima.

Vincent Freeman

Ndv è ovvio, che nonostante il protagonista di questo blog non consideri reato il download di musica e film senza scopo di lucro, sentir dire a un ministro del proprio governo che scaricare illegalmente musica non è reato ma non fare nessuna legge in proposito per regolare la faccenda gli fa salire il sangue al cervello. Anzi, sentirgli dire che lui quotidianamente scarica film e musica, senza per questo rischiare nessun tipo di sanzione, mentre un sacco di altra gente si vede arrivare a casa multe o mandati di comparizione in tribunale, gli fa venire dei pensieri alla Robespierre che non lo fanno dormire la notte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie