Pubblicato da: Sadugo | 21 novembre 2010

NON SMETTE DI PIOVERE VINCENT FREEMAN

– piove, e piove ancora Vincent
Disse Elisewin seduta nella macchina ferma sotto la luce del lampione nel parcheggio deserto del supermercato. Vincent pensò a cosa rispondere, gli venne da dire una frase del tipo: non può piovere per sempre. Ma non la disse, perchè certe volte si sentiva solo la copia sbiadita di tutti i film e i libri che aveva letto, ed era spiacevole sentirsi cosi. Così non disse niente.
– ……
– già, anch’io non so cosa dire
Continuò lei.
– ma se smettesse di piovere Vincent
– ……
– se smettesse farei l’amore con te
– ……
Vincent non disse niente.
Rimasero in silenzio ad ascoltare la pioggia scivolare sui vetri,e a guardare i riflessi colorare la loro pelle.
– sai Vincent, quando mi hai detto che da bambino non riuscivi a farti degli amici ho pensato che fossi il solito depresso insoddisfatto che non sa fare di meglio che dare la colpa alla propria infanzia
Ancora Silenzio.
Vincent aspettava che Elisewin proseguisse, ma lei non proseguì.
– e invece?
Provò a stimolarla.
– non c’è nessun invece, sei proprio cosi, e mi fai un po’ pena
– …..
– ma ti capisco sai
Una sgommata di un auto in lontananza la interruppe, lei si soffermò per qualche istante e poi riprese come se il filo del discorso fosse proprio li, davanti a lei.
– perchè nemmeno io la capisco questa storia del crescere, cosa vuol dire crescere? sono anni che mi sento dire che devo maturare, migliorare, crescere, ma che senso ha?
– …..
– il mondo è pieno di gente che pensa che crescere sia la cosa migliore da fare, che crescere voglia dire cambiare o andare da qualche parte, ma io non voglio Vincent, e tutta questa gente sbaglia, sbaglia alla grande. Prendi gli alberi, gli alberi crescono, crescono per anni e non vanno in nessun cazzo di posto, restano li tutta la vita, sempre uguali a se stessi. Solo un po’ più forti e rugosi.
– …..
– e io non ci vedo niente di male ad essere un albero, a diventare forte e piena di rughe
– ….
– e in una sera come questa, con tutta questa pioggia, dove cazzo può andare uno?
– ….
– io vorrei solo starmene ferma, lasciare che questa pioggia che non smette di scendere bagnasse le mie foglie, i miei rami e nient’altro
Vincent la guardò, sulla pelle del viso di Elisewin, tra i riflessi della luce dei lampioni e della pioggia sui vetri, qualche piccola lacrima si era fatta largo.
– ti senti sola Elisewin?
– …..
– …..
– non smette di piovere Vincent
– ….
– ….
– già, Elisewin, non vuole proprio smettere

Termite Song – Joseph arthur

Vincent Freeman

Annunci

Categorie