Pubblicato da: Sadugo | 24 marzo 2012

Simon Wilder versus Cesar Millan

In: Blueville in prima persona

La donna che ho sposato è cambiata, un giorno sono tornato a casa e non era più lei, non voglio dire che si è trasformata, insomma, è riconoscibile, esteriormente intendo, però ha qualcosa di diverso.
L’altro giorno le ho chiesto se fosse contenta del nostro matrimonio, lei era spalmata sul divano e stava guardando Cesar Millan alle prese con un cane Carlino psicopatico, mi ha sorriso e ha detto che tra alti e bassi ci potevamo accontentare. Ho insistito.
E lei, vedi amore, certe volte, se devo essere sincera, vorrei che qualcuno separasse la tua testa dal tuo corpo, senza troppa violenza o spargimenti di sangue, ma sento che le cose andrebbero meglio se qualcuno lo facesse, altri giorni invece riesco a tollerarti nonostante tutto.
Io sono rimasto pensieroso a fissare lo schermo.
E’ perché sono troppo peloso? le ho chiesto.
No amore, ha  sospirato lei continuando, i tuoi peli andrebbero anche bene, ovviamente finché se ne stanno buoni attaccati sulla tua pelle, il problema è quando si prendono la libertà di andarsene in giro per casa come se fosse casa loro.
Poi dopo qualche secondo di silenzio ha detto.
Il nostro matrimonio è un po’ come la storia della mela che mi raccontava sempre mio nonno, ho sorriso alla cosa romantica che stava per dire, la gente si dispera sempre quando le capita di mordere una mela e trovarci dentro un baco, ma solo perché non gli è mai capitato di mordere una mela e trovarcene dentro mezzo. 
Il cane Carlino nel frattempo era abbastanza esausto di tutta la situazione allora non ho fatto altre domande.

Simon Wilder

Annunci

Categorie